Gruppo Teatrale

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in Gruppo Teatrale

Il Gruppo di Teatro ha le sue referenti nelle prof. L. Manfredi (assistente alla regia e costumi) e Livia Morescalchi ed è diretto daI registI Duccio Baroni e Gabriele Giaffreda: regia, scrittura drammaturgica, allestimento in teatro, che hanno continuato l'opera del regista S. Massini. Le attività che hanno permesso alla nostra scuola di avere un percorso di alto valore socializzante, utile alla formazione complessiva degli studenti e delle studentesse, oltre che averle dato il piacere di vincere diversi attestati e premi nei concorsi teatrali per le scuole della Regione.

Per l'anno 2018 l'allestimento in teatro ha coinvolto Maria Capozza, Beatrice Boldrini del Liceo artistico L.B.Alberti. Nicola Cellai (Leoband) ha curato le musiche.  

LABORATORIO TEATRALE (PtOF)

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in LABORATORIO TEATRALE

TITOLO PROGETTO
0400 LEONLAB 0401 LEONLAB - La fucina del teatro
Priorità
Priorit 1 e 2
Responsabile
MANFREDI Lucia MASINI Chiara, MORESCALCHI Livia
Descrizione
Ogni anno i nostri studenti possono iscriversi e frequentare tutti i venerd dalle 14:10 alle 16:00 il gruppo di amici del teatro, nell'atrio di disegno (1 piano). Inserito dall' a. s. 2016/'17 nel percorso di Alternanza Scuola-Lavoro come impresa simulata, il Laboratorio Teatrale suddiviso in pi settori: gli attori (circa 100h ASL), gli amministratori (circa 60h ASL), i costumisti (circa 25h ASL), gli scenografi (circa 25h ASL). Da qualche anno abbiamo abbinato all' allestimento dello spettacolo la gara: "GIORNALISTA PER UN GIORNO"(20h ASL), un percorso che intende offrire un'occasione di riflessione critica, approfondendo nello stesso tempo una modalit di scrittura prevista dall' Esame di Stato. I nominativi di coloro che risulteranno vincitori con un articolo, una recensione o una intervista, saranno pubblicati su "La Nazione". Lo spettacolo finale del Laboratorio si terr, come di consueto, presso il teatro di Rifredi, nei giorni 18 e 19 maggio 2020. Il progetto, ormai ventennale, inserito nel POF ed diventato stimolo per altre attivit integrative curricolari come la Storia del teatro, la Lettura espressiva, l'attivit di Critica teatrale. In questi anni sono andati in scena spettacoli di Shakespeare, da "Molto rumore per nulla" ad "Hamlet", le novelle dal Decameron, adattamenti del "Cyrano" di Rostand, del "Candide" di Voltaire, de "L,'uomo di Pietroburgo" da Gogol, de "L'asino d'oro" di Apuleio. Nel 2009 si aperta la trilogia "Cittadinanza e Costituzione", con "Gli Uccelli" di Aristofane, "Il ritratto di Dorian Gray" di Oscar Wilde, e "L'uomo degli incendi", tratto dal romanzo di Bradbury, " Fahrenheit 451". Il Liceo "Leonardo Da Vinci" di Firenze, infatti, per 8 anni stato inserito nel percorso regionale sulla legalit e ha vinto vari finanziamenti della Regione Toscana, tra cui il progetto LAUS VITAE. E poi ancora nel 2014 "L''Isola", dalla "Tempesta" di Shakespeare, realizzato grazie a un finanziamento vinto dalla Fondazione Marchi, nel 2015 "Frankenstein", dal romanzo di Mary Shelley; nel 2016 "La dodicesima notte"; nel 2017 "Adele H." di Stefano Massini, mentre nel 2018 Moliere, rivisitato da Massini, in "La recita di Versailles.," Nello stesso anno, il LeonLab ha vinto il bando per la celebrazione dell'anniversario della strage dei Georgofili ed ha presentato nel Palazzo della Regione la lettura espressiva "Sguardi di guerra in tempo di pace". L'esperienza stata ripetuta anche quest'anno, subito dopo la rappresentazione di Macbeth. Il 3 maggio 2019, in occasione del cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci, stata presentata, nei locali del Liceo, la pice teatrale "Nei misteri di Leonardo", per la quale stato utilizzato anche un finanziamento vinto dalla Regione Toscana. Il LeonLab si avvalso, in pi casi, della collaborazione della Leoband e, negli ultimi due spettacoli, del supporto scenografico del Liceo Artistico Leon Battista Alberti Dante". Il regista e drammaturgo Stefano Massini ha guidato fino al 2014 l'adattamento drammaturgico e la regia dei vari spettacoli; il suo lavoro stato ereditato dai suoi discepoli, Duccio Baroni e Gabriele Giaffreda, con risultati eccellenti. Creando un'atmosfera di fiducia e di allegra collaborazione, i ragazzi sono guidati a sperimentare i vari aspetti della drammatizzazione. Stimolati dalla scoperta delle proprie risorse, apprendono insensibilmente a esprimere le proprie emozioni, a comunicare e socializzare. Nel rappresentare tipi, personaggi e situazioni, possono liberare fantasia e creativit, ma nel contempo apprendono a distinguere l'artistico dal non-artistico e, senza imposizioni dall'esterno, colgono l'importanza dell'autodisciplina e dello sforzo personale. Il lavoro laboratoriale segue tappe di apprendimento calate sulle necessit degli studenti con esperienze di improvvisazione e di studio del personaggio. La sceneggiatura viene pensata per garantire a ciascun partecipante il suo ruolo e la sua parte di battute e presenza scenica. In occasione dell'allestimento si costituiscono anche gruppi di ricerca - azione e la divisione dei compiti viene effettuata secondo le attitudini, dal lavoro sui costumi al montaggio scenografico. Cos l'esperienza si unisce alla flessibilit e all'innovazione... Questo grazie a un solido team che collabora con entusiasmo e dedizione. Lucia Manfredi e Livia Morescalchi -e, da quest'anno, Chiara Masini- si occupano del laboratorio, collaborando per l'organizzazione, i rapporti con gli Enti esterni, l'assistenza alla regia, i costumi e l'allestimento scenografico.
Analisi dei Bisogni
Il laboratorio teatrale LeonLab del Liceo scientifico "Leonardo da Vinci" di Firenze esiste ormai da venti anni e ha dato ottima prova di s raggiungendo spesso un livello degno del teatro di professione. In questi anni di attivit ha mostrato la sua versatilit mettendo in scena opere molto diverse: da Shakespeare, con "Molto rumore per nulla" , "Sogno di una notte di mezza estate", "Amleto", alle novelle del "Decameron"; dall'adattamento del "Cyrano" di Rostand, al "Candide" di Voltaire, a "L'uomo di Pietroburgo" di Gogol, fino a "L'asino d'oro" di Apuleio. Nel 2009 stata la volta della commedia antica, con gli "Uccelli" di Aristofane, mentre nel 2010 abbiamo proposto "Il ritratto di Dorian Gray "di Oscar Wilde. Il Liceo "Leonardo Da Vinci" di Firenze stato inserito nel percorso sulla legalit della Regione Toscana, poich ha inteso approfondire i temi costituzionali sulla qualit sociale e ambientale del lavoro osservandoli "dall'interno", nelle dinamiche che percorrono l'attivit del laboratorio. Nell' anno scolastico 2015-16 un ritorno agli " antichi amori", con "L'isola, adattamento di Stefano Massini da "La Tempesta di Shakespeare, che ha potuto fruire del finanziamento della Fondazione Marchi, vincendo la gara per i progetti scolastici. Successivamente, gli studenti si sono immersi nelle insondabili profondit del cuore umano con "Adele H.," di Stefano Massini, mentre l'anno scorso stata la volta di Molire, che ha invitato gli studenti (attori e spettatori) a riflettere sulla propria coscienza civica, sul rapporto con le istituzioni, sul ruolo di vigilanza di ciascun cittadino nei confronti di ogni forma di prevaricazione. Il LeonLab ora inserito nel Progetto di Alternanza Scuola-Lavoro come "Impresa simulata" ed articolato in: Laboratorio teatrale LeonLab (attori/attrici), Amministrazione e Pubblicit, Costumi, Scenografie, "Giornalista per un giorno". Questo grazie a un solido team che collabora con entusiasmo e dedizione. Lucia Manfredi e Livia Morescalchi -e, da quest'anno, Chiara Masini- si occupano del laboratorio, collaborando per l'organizzazione, i rapporti con gli Enti esterni, l'assistenza alla regia, i costumi e l'allestimento scenografico. Il regista e drammaturgo Stefano Massini ha guidato fino al 2014 l'adattamento drammaturgico e la regia dei vari spettacoli; il suo lavoro stato ereditato dai suoi discepoli, Duccio Baroni e Gabriele Giaffreda, con risultati eccellenti. Il lavoro laboratoriale segue tappe di apprendimento calate sulle necessit degli allievi con esperienze di improvvisazione e di studio del personaggio. La sceneggiatura viene pensata per garantire a ciascun partecipante il suo ruolo e la sua parte di battute e presenza scenica. In occasione dell'allestimento si costituiscono anche gruppi di ricerca - azione e la divisione dei compiti viene effettuata secondo le attitudini, dal lavoro sui costumi al montaggio scenografico. Anche quest'anno per le scenografie avremo la collaborazione del Liceo artistico "Leon Battista Alberti Dante"
Destinatari
Studenti di tutte le classi, Studenti di altri Istituti fiorentini; ex studenti del Liceo
Periodo attività
Il progetto si svolge nel corso dell'intero anno scolastico, da ottobre a giugno.ntero anno scolastico, si articola nelle fasi indicate di seguito, normalmente scandite da un incontro settimanale nei mesi da ottobre a maggio. dal 10/18/2019 al 6/10/2020
Struttura del progetto
FASE I. Ottobre, novembre e dicembre Laboratorio teatrale: FONDAMENTI DI ESPRESSIONE SCENICA ED IMPROVVISAZIONE. Fondamenti della sintassi teatrale, tecniche espressive a livello corporeo e verbale: studio dei caratteri con improvvisazioni individuali e di gruppo (metodi Stanislawskij e Orazio Costa) Staff Amministrazione: laboratorio di studio (latuaideadimpresa, in collaborazione con Confindustria), elaborazione del business plan, del Videospot pubblicitario, di un Pitch in formato Power Point (entro il 24/01/2020). FASE 2. Laboratorio teatrale: -gennaio, febbraio: STUDIO E LETTURA SCENICA DI TESTI LETTERARI E DRAMMATURGICI CON ESERCIZI DI STILE Analisi e lettura espressiva di brani da testi significativi di diverso genere e stile. Esempi di adattamento scenico di testi narrativi. Mise-en-espace di situazioni emerse come rilevanti dal dibattito con gli allievi stessi. Laboratorio giornalistico: -gennaio, febbraio, marzo - LEZIONI/CONFERENZE e VISITA ALLA REDAZIONE DELLA "NAZIONE" Saranno tenute con cadenza mensile nei locali dell'Istituto da un redattore, da un docente, da un esperto esterno; FASE 3. Laboratorio teatrale: marzo, aprile, maggio - ALLESTIMENTO DELLO SPETTACOLO Prove di lettura sull'adattamento teatrale del testo originale; distribuzione dei ruoli, montaggio; Staff Costumi e Staff Scenografie: realizzazione dei costumi e delle scenografie con inserimento di elementi multimediali, effetti luce e colonna sonora. Laboratorio giornalistico: aprile, maggio - ASSISTENZA A PROVE E SPETTACOLO TEATRALE (18 e 19 maggio 2020, Teatro di Rifredi) FASE 4. Fine maggio, giugno - Laboratorio giornalistico: PRODUZIONE DEI TESTI, VALUTAZIONE E PREMIAZIONEI Gli elaborati verranno indirizzati alla Giuria di "Giornalista per un giorno" che li valuter secondo i seguenti criteri: 1) correttezza linguistica - 2) conformit stilistica al genere prescelto - 3) competenza di pensiero critico nell' utilizzo delle conoscenze; 4) originalit e personalit del contributo. I premi (1, 2 e 3 classificato) verranno consegnati durante la Cerimonia di fine anno (10/06/2020). Risultati attesi: 1. Realizzazione di un gruppo di lavoro in cui ogni soggetto venga valorizzato per le proprie attitudini e capacit. 2. Potenziamento delle capacit di autovalutazione grazie a un percorso di conoscenza di se stessi e quindi di orientamento. 3,. Potenziamento delle capacit relazionali, in particolare di ascolto, apertura, accoglienza. I risultati saranno documentati con video delle prove e dello spettacolo e con gli elaborati prodotti per il concorso
Finalità
Il linguaggio teatrale costituisce sia un eccellente strumento per l'inclusione e la prevenzione del disagio scolastico, sia un veicolo per la trasmissione di idee e valori. Il progetto del Laboratorio teatrale acquista piena autorit formativa per i valori di orientamento e crescita della persona, recupero del disagio, inclusione, apprendimento di conoscenze e competenze specifiche della cultura letteraria e linguistica.
UA-129005089-1