Museo di Scienze naturali (PtOF)

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in Museo di Scienze naturali

TITOLO PROGETTO
1200 MUSEO DEL LDV 1202 - Museo di Scienze naturali
Priorità
Priorit 1 e 2
Responsabile
GIORGI Gianluca
Descrizione
L'Istituto Leonardo da Vinci possiede una collezione naturalistica, modellini e di strumenti scientifici che conta pi di 4000 esemplari. Negli anni la necessit di gestire questa notevole collezione, senza risorse dedicate, ha comportato la necessit della semplice conservazione. Il progetto si pone l'obiettivo di valorizzare questo patrimonio del Liceo tramite la riorganizzazione del materiale e la creazione di appositi file divulgativi.
Analisi dei Bisogni
L'Istituto Leonardo da Vinci possiede una collezione naturalistica, modellini e di strumenti scientifici che conta pi di 4000 esemplari. Negli anni la necessit di gestire questa notevole collezione, senza risorse dedicate, ha comportato la necessit della semplice conservazione. Il progetto si pone l'obiettivo di valorizzare questo patrimonio del Liceo tramite la riorganizzazione del materiale e la creazione di appositi file divulgativi. Il progetto giunto al secondo anno si concentrer sulla riorganizzazione del materiale botanico e sul consolidamento delle collezioni di minerali, modellini anatomici e conchiglie che sono state oggetto del progetto lo scorso anno.
Destinatari
Studenti del triennio, Riorganizzazione del materiale presente nel museo
Periodo attività
novembre-aprile dal al
Struttura del progetto
Il progetto si pone l'obiettivo di ripensare la collocazione dei campioni esposti, dandogli un'impostazione pi moderna e razionale. In questo anno il progetto si concentrer sulla parte botanica e sul consolidamento dell'esposizione dei minerali, malacologica e anatomica realizzata l'anno precedente. Rispetto allo scorso anno il lavoro da compiere molto ridimensionato e pertanto potr essere realizzato semplicemente dai docenti refenti o con il supporto di un piccolo gruppo di studenti.
Finalità
Riallestimento della collezione botanica del museo, implementazione del materiale didattico-divulgativo realizzato dagli studenti nell'anno precedente

English Theater (PtOF)

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in English Theater

TITOLO PROGETTO
0100 POTENZIAMENTO LINGUE STRANIERE 0102 - English Theater
Priorità
Priorit 2
Responsabile
CUSTODERO Renata, NENCIONI Donatella
Descrizione
Vivace attivit teatrale pomeridiana, guidata dall'attrice/regista madrelingua Alex Griffin, che si prefissa di migliorare sia l'espressione inglese che la crescita personale dello studente, in modo originale e divertente. Alla fine del corso di 30 ore gli studenti/studentesse,13 studenti e 13 studentesse, rapresenteranno una performance alla quale assisteranno amici e parenti. Queste ore sono riconosciute dal nostro liceo come attivit del percorso di Alternanza scuola/lavoro (ora PCTO).
Analisi dei Bisogni
Il progetto del 'Teatro in Lingua Inglese',presentato per il secondo anno, nasce dal successo ottenuto dalle performances organizzate dall'attrice Alex Griffin in in orario curriculare al fine di stimolare e coinvolgere gli studenti verso uno studio pi attivo ed inusuale della Lingua straniera. Il progetto nasce comunque anche dal vivo interesse e dalla sentita partecipazione degli studenti al teatro in lingua italiana, uno dei progetti maggiormente apprezzato ed accolto con grande entusiasmo dai partecipanti del nostro istituto e le loro famiglie. Queste 40 ore sono riconosciute dal nostro liceo come attivit del percorso di Alternanza scuola/lavoro (ora PCTO).
Destinatari
Studenti del triennio
Periodo attività
40 ore dal 10/21/2019 al 4/3/2020
Struttura del progetto
Fase n.1 Contatto con la regista e discussione sulle varie modalit, sul numero di ore opportuno per la realizzazione della performance finale e sul costo complessivo. Fase n.2 Il progetto viene pubblicizzato nelle classi attraverso una comunicazioe scritta e seguito dalla presentazione del progetto da parte della regista. Fase n.3 Raccolta delle adesioni da parte degli studenti/e interessati/e. Fase n.4 Inizio del corso preceduto da brevi interviste/provini agli studenti per capire la personalit piu' idonea al ruolo dei personaggi della performance scelta. Fase n.5 Realizzazione della performance nel teatro presso la Chiesa di San Pio X al Sodo.
Finalità
Svilippo e approfondimento delle capacit linguistiche espressive e crescita personale dello studente/attore.

Costruire la famiglia umana (PtOF)

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in Costruire la famiglia umana

TITOLO PROGETTO
0700 POTENZIAMENTO DELLE COMPETENZE DI CITTADINANZA 0714 - Costruire la famiglia umana
Priorità
Priorit 1
Responsabile
NOCENTINI Luisa
Descrizione
Questo progetto nasce da un desiderio: crescere nella responsabilit di ogni fratello e sorella del mondo, poter rispondere ad ogni essere umano che si mostra a me come un appello, costruire l'unico destino dell'umanit, sentirmi parte di esso. Guardandoci attorno abbiamo pensato di poter avvalerci della collaborazione della Associazione Papa Giovanni XXIII, fondata da d. Oreste Benzi nel 1968 e impegnata da allora, concretamente e con continuit, per contrastare l'emarginazione e la povert. La Comunit lega la propria vita a quella dei poveri e degli oppressi e vive con loro, 24 ore su 24. Don Benzi affermava che "... il principio che d forma alla societ del gratuito l'alterocentrismo, contrapposto all'egocentrismo della societ del profitto. La dinamica generata da questo principio la gratuit. La molla che spinge ad agire tutti i suoi membri il bene degli altri, nella consapevolezza che ognuno detiene il bene dell'altro e che nel bene comune sta anche il bene del singolo". Per questa ragione l'Associazione si impegna nella "realizzazione concreta di una "Societ del Gratuito", che imposta tutta la vita partendo dalle membra pi deboli". Il progetto che proponiamo ha il suo cuore proprio nella visita di alcune realt nelle quali interviene la Associazione, e in particolare: Disabilit, Emarginazione e tratta, Dipendenze, Giustizia e pace. Grazie alla forza dei suoi membri, dei volontari e di chi la sostiene la Comunit Papa Giovanni XXIII porta avanti il grande progetto di solidariet di don Oreste: essere famiglia con chi non ce l'ha.
Analisi dei Bisogni
Partiamo dal bisogno di ognuno di noi di entrare in relazione, di essere responsabili di qualcuno e di lasciare che altri siano responsabili di noi. Desideriamo fare esperienze dove al centro esiste la logica del dono e non la logica del profitto. Toccando con mano le diverse realt in cui la Papa Giovanni impegnata gli studenti sono messi in grado di comprendere che la costruzione della societ, l'organizzazione del lavoro, lo scambio dei beni, la scuola vengono "formati" (cio ricevono forma) insieme alle membra pi deboli. I disabili, gli anziani, i poveri, i bambini, vengono ad avere un ruolo determinante su tutta la compagine sociale e ognuno sperimenta che occorre entrare nel cuore di tutte le vicende storiche e impegnarci seriamente nel sociale, per dare voce a chi non ha voce e lottare in modo nonviolento.
Destinatari
Studenti di alcune specifiche classi o sezioni (specificare nella Sezione Altro quali sono le classi coinvolte), Studenti delle classi terze che si avvalgono dell'IRC
Periodo attività
Febbraio- Aprile 2019 dal al
Struttura del progetto
1 fase, In classe: presentazione dei contenuti fondamentali del progetto. Introduzione ai temi della pace, della famiglia umana, della giustizia. 2 fase Incontro pomeridiano a scuola con Luca Socci, testimone della realt delle APAC, comunit di recupero per carcerati. 3 fase Visita di due giorni alla Comunit Papa Giovanni XXIII di Rimini, con conoscenza delle varie comunit da loro gestite.
Finalità
Costruire il bene comune come compito e responsabilit per ognuno

Peer to Peer

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in Peer to peer

TITOLO PROGETTO
1100 RECUPERO, CONSOLIDAMENTO INCLUSIONE 1102 - Peer to peer
Priorità
Priorit 1
Responsabile
MASINI Chiara MORESCALCHI Livia
Descrizione
Il progetto prevede un'esperienza di peer education tra ragazzi, finalizzata al supporto nel lavoro personale di rielaborazione delle materie di studio. Si tratta di un intervento mirato in due direzioni: il potenziamento del metodo di studio e il miglioramento del processo di inclusione, per quel che riguarda i ragazzi nel ruolo di "studenti"; per quanto riguarda invece i ragazzi nel ruolo di "tutor" si mira al consolidamento delle conoscenze disciplinari e soprattutto al potenziamento della consapevolezza nell'acquisizione di queste stesse.
Analisi dei Bisogni
Il progetto nasce per incrementare l'esperienza di condivisione dello studio come veicolo di inclusione e rafforzamento delle competenze. L'esperienza dello scorso anno scolastico ha rivelato l'efficacia di questa attivit, sia per i ragazzi utenti del servizio che per quelli che supportano i propri compagni, in termini di acquisizione di un proficuo metodo di studio e di consapevolezza delle proprie potenzialit.
Destinatari
Studenti di tutte le classi
Periodo attività
annuale dal al
Struttura del progetto
1) Selezione dei tutor. 2) Predisposizione dei registri per l'iscrizione al servizio. 3) Articolazione dei momenti di studio.
Finalità
Valorizzare e potenziare il lavoro in autonomia e il miglioramento del processo di inclusione.

POTENZIAMENTO della FISICA per l'ESAME DI STATO, classi quinte, a.s. 2016 2017

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in Potenziamento discipline scientifiche

POTENZIAMENTO della FISICA per l'ESAME DI STATO, classi quinte, a.s. 2016 2017

A partire dal 13 ottobre , il Prof. Milanesi terrà una serie di incontri dedicati alla preparazione specifica dell’Esame di Stato in Fisica, rivolti alle classi quinte.

La cadenza sarà approssimativamente quindicinale e gli incontri avranno luogo dalle ore 13:45 alle ore 15:15 in aula di Fisica Grande, il martedì o il giovedì, secondo il calendario allegato, valido fino alla fine di gennaio. Le lezioni saranno concentrate sulla risoluzione degli esercizi.

Tutti gli alunni delle classi quinte sono caldamente invitati a prendere nota delle date loro riservate e a partecipare atti vamente alle lezioni.

 

2016 2017 n 027 Potenziamento Fisica per Esame di Stato, classi quinte

 

5 D, 5 Csa

Ottobre

1. Giovedì 13
2. Giovedì 27

Novembre

3. Giovedì 10
4. Giovedì 24

Dicembre

5. Giovedì 22

Gennaio

6. Giovedì 19

5 Bsa, 5 F

Ottobre

1. Giovedì 20

Novembre

2. Giovedì 3
3. Giovedì 17

Dicembre

4. Giovedì 15

Gennaio

5. Giovedì 12
6. Giovedì 26

5 E, 5 A, 5 C

Ottobre

1. Martedì 18

Novembre

2. Martedì 8
3. Martedì 22

Dicembre

4. Martedì 6

Gennaio

5. Martedì 10
6. Martedì 24

5 G, 5 B, 5 Asa

Ottobre

1. Martedì 25

Novembre

2. Martedì 15

Dicembre

3. Martedì 13
4. Martedì 20

Gennaio

5. Martedì 17
6. Martedì 31

 

Sportelli Help

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in Sportelli Help

TITOLO PROGETTO
1100 RECUPERO, CONSOLIDAMENTO INCLUSIONE 1101 - Sportelli Help
Priorità
Priorit 1
Responsabile
BARTOLINI Sandra
Descrizione
Gli sportelli didattici, nei mesi di novembre e dicembre e da marzo a giugno, sono un servizio che il Liceo offre ai propri studenti quale intervento pomeridiano gratuito con l'obiettivo di sostenere gli studenti nel recupero delle loro carenze con percorsi individualizzati. Le attivit sviluppate sono l'approfondimento degli argomenti studiati, l'attivit di esercitazione didattica finalizzata ad una prova scritta e l'attivit di recupero di conoscenze poco assimilate. I singoli studenti si prenotano su un apposito registro che a disposizione in portineria dove, oltre al proprio nome e classe, indicano l'argomento su cui desiderano aiuto.? Nel periodo seguente gli scrutini del primo periodo gli sportelli sono invece dedicati interamente agli studenti che abbiano riportato una o pi insufficienze gravi e, nella valutazione del trimestre, ciascun docente indica quali studenti dovranno frequentare determinati sportelli per prepararsi alle prove di recupero.
Analisi dei Bisogni
Il progetto attuato da alcuni anni e risponde ad una esigenza molto diffusa fra gli studenti di poter avere chiarimenti su argomenti svolti in classe e su cui restino delle insicurezze. In particolare nel mese dopo gli scrutini del trimestre gli sportelli sono riservati agli studenti che abbiano riportato una o pi gravi insufficienze nella valutazione trimestrale.
Destinatari
Studenti di tutte le classi
Periodo attività
da novembre a maggio dal al
Struttura del progetto
Organizzazione degli sportelli delle varie discipline in orario extracurricolare, utilizzando docenti con ore di potenziamento.? Monitoraggio dell'affluenza agli sportelli da parte degli studenti al fine di apportare opportune correzioni all'organizzazione. Dopo gli scrutini di gennaio gli sportelli saranno dedicati esclusivamente agli studenti che abbiano insufficienze gravi da recuperare. Dall'inizio di marzo al termine gli sportelli saranno riorganizzati secondo le modalit previste nei mesi di novembre e dicembre.
Finalità
Miglioramento delle metodologie di studio per ridurre le insufficienze nelle valutazioni disciplinari

Consolidamento e Potenziamento

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in Consolidamento e Potenziamento

POTENZIAMENTO della FISICA per l'ESAME DI STATO, classi quinte, a.s. 2016 2017

Il Liceo propone una serie di incontri dedicati alla preparazione specifica dell’Esame di Stato in Fisica, rivolti alle classi quinte. Maggiori informazioni nelle pagine dedicate al progetto.

POTENZIAMENTO E CERTIFICAZIONE DELLE LINGUE STRANIERE

Il Liceo propone corsi di potenziamento di lingua inglese e anche di lingua francese, tedesca e spagnola - laddove ce ne fosse adeguata richiesta – affinché non venga a perdersi la continuità con i percorsi di studio linguistico attivati nella scuola media.

I corsi cominciano di solito a fine ottobre, si svolgono fino alla fine di maggio (con esami a giugno) per un numero totale di 40 ore e si articolano secondo un calendario adattato alle esigenze dell' utenza (una lezione a settimana di 2 ore con la possibilità di scelta tra i tre giorni di apertura della scuola, di solito dalle 14 alle 16 o dalle 14:30 alle 16:30) e preparano alle certificazioni finali esterne presso il British Institute, centro principale della Toscana per gli esami Cambridge Esol, per l’ inglese, presso l’Institut Français de Grenoble per il francese, presso il Deutsche Institut per il tedesco e presso l’Istituto Cervantes per lo spagnolo.

Il progetto è attivo nel nostro liceo ormai da vari anni e il suo successo è comprovato dal sempre folto numero di iscrizioni e dall’alta percentuale di successo negli esami, stimabile intorno all’80%.

Il superamento dell’esame finale e il conseguimento del diploma, valido e riconosciuto a livello europeo, oltre che da quasi tutte le facoltà come crediti (sostitutivi) degli esami di lingua, costituiscono titolo per il credito formativo.

LABORATORIO TEATRALE

Il progetto Laboratorio Teatrale ha le sue referenti nelle prof. L. Manfredi e A. Bracciante ed è diretto dai migliori allievi del regista Stefano Massini, Duccio Baroni e Gabriele Giaffreda, che hanno permesso alla nostra scuola di avere un percorso di alto valore culturale e socializzante, utile alla formazione complessiva degli studenti e delle studentesse, oltre che averle dato il piacere di vincere diversi attestati e premi nei concorsi teatrali per le scuole della Regione.

CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO

Accanto alle richieste di studio ed impegno al mattino si intendono proporre al pomeriggio attività di gioco che evolvono nei tornei interni tra le classi, per poi culminare con la partecipazione nelle rappresentative del Liceo ai Giochi Sportivi Studenteschi del Miur.

Tali attività svolgono funzioni di aggregazione, integrazione e prevenzione di comportamenti devianti attraverso lo sport e il movimento a carattere ludico, formativo e ricreativo. Troppo lungo sarebbe elencare tutte le attività del centro che vanno dall’arrampicata, ai balletti, al basket, orienteering, difesa personale, hockey su prato indoor, nuoto, pallavolo, sci, tennis da tavolo e tennis.

PROGETTO MEMORIA

Fra le attività costanti del Liceo si inserisce a tutti gli effetti quella della difesa e della diffusione della memoria storica attraverso varie iniziative che vanno da progetti come quello dei Confini Difficili del 2013-14, sui problemi del confine orientale, alla partecipazione ai viaggi organizzati dalla Provincia e dalla Regione verso i Campi di detenzione e di sterminio come Dachau e Mauthausen in passato o, più spesso, Auschwitz, accompagnati dai docenti di discipline storiche o letterarie. Quest’anno dal 19 al 23 gennaio 2015 sei dei nostri studenti parteciperanno alla IX edizione del Treno della Memoria, insieme ad altri 300 studenti toscani.

Altri articoli...

UA-129005089-1